Reputazione online Social media Web Writing

Netiquette: le regole da sapere quando online e offline si fondono

26 Gennaio 2021
copertina netiquette

La Netiquette – neologismo che nasce dall’unione di “network” + ”étiquette” – è il galateo dei comportamenti online. Cioè, l’insieme di regole che disciplinano le dinamiche e i rapporti fra gli utenti, nei diversi contesti del digitale.

L’online e l’offline si fondono

Oggi la nostra vita reale è completamente fusa con quella virtuale e una buona parte delle nostre interazioni personali, sono online. È diventato assolutamente necessario, quindi, seguire e conoscere queste regole, anche se spesso sono implicite.

Da un punto di vista giuridico, la Netiquette in sé non è regolata dalla legge, ma ci sono dei rischi che è importante conoscere: se ci va bene, il rischio minore è dare molto, ma molto fastidio. Se ci va non molto bene, il rischio è essere bannati (esclusi) o bloccati. Se l’azione invece è più grave, si rischia di superare la barriera della Netiquette e passare a qualcosa di più penalizzante, anche dal punto di vista legale.

Facciamo, dunque, una panoramica di queste regole, spesso poco esplicite, per ogni contesto online.

La Netiquette sull’invio e ricezione di email

  • Attenzione allo spam o alle email non sollecitate: in Italia l’invio di messaggi pubblicitari, informativi o promozionali, senza l’autorizzazione esplicita dell’utente, è un reato, così come lo spam (quest’ultimo facilmente riconducibile alla truffa). Ma alzi la mano chi non ha mai ricevuto una delle varie “catene” di San’Antonio? Anche questi messaggi, sebbene non siano promozionali, rientrano a tutti gli effetti nella categoria “spam” quindi da evitare.
  • Attenzione all’invio o inoltro di email a un grande numero di utenti, lasciando gli indirizzi in chiaro: questa azione, oltre a essere fastidiosa, è una violazione del diritto alla privacy. La soluzione? Inserire l’indirizzo mail di ogni utente destinatario nello spazio Ccn (copia conoscenza nascosta).

  • Attenzione all’oggetto della mail: è importante indicare sempre un oggetto, breve e chiaro. Mai lasciare lo spazio in bianco, né tanto meno scrivere il corpo della mail nell’oggetto stesso.
  • Risposta alle email: potresti non avere una risposta pronta per qualche email per molti giorni, ma il galateo online richiede una risposta, anche solo di presa visione, nell’attesa della risposta definitiva.
  • Rispettare il tema della conversazione: è importante, come in ogni discorso online, rispondere mantenendo lo stesso topic (tema in oggetto) per conservare la cronologia del discorso.

La Netiquette per i social

ragazzi-che-guardano-social-su-cellulare

  • Evitare il cross-posting/multiposting: cioè, la pubblicazione dello stesso messaggio su diversi spazi di uno stesso canale. Per esempio, pubblicare la promozione della settimana del mio negozio su tutti i gruppi social della mia zona, allo stesso tempo. Potrebbe sembrare che in questo modo si dia rilevanza al contenuto, ma la realtà è che il contenuto perde valore, genera confusione e, in più, si rischia di essere bannato.
  • No ai tag pubblicitari: fare il tag di un utente su una foto o un post per richiamare la sua attenzione su un prodotto/promozione, non solo da noia, ma può anche generare una percezione negativa di chi lo crea.
  • Attenzione agli inviti a gruppi, pagine o eventi: non c’è cosa più scorretta di inviare inviti a caso o “a tutti”. Oltre ad essere un’azione inutile, è davvero improbabile che tutti siano interessati al tema (soprattutto se abiti a Milano e ti mandano un invito per una mostra a Leuca, be’, se pagassero il viaggio, personalmente, potrei farci un pensiero, eh). Scherzi a parte, è fondamentale concentrarsi sempre e solo sul proprio target.
  • Ringraziamenti per la citazione: se gestisci una pagina social aziendale e qualcuno ti cita o parla bene di te, è una buona cosa ringraziare.
  • Risposta agli utenti: se gestisci una pagina social aziendale è importante rispondere sempre ai commenti degli utenti, sia in caso di commento positivo, che in caso di commento negativo.
  • Presentazione alla richiesta di amicizia/contatto: quando chiedi il collegamento a qualcuno, presentati, spiega chi sei e come vi siete conosciuti.
  • Foto profilo: i profili personali con la foto dei cartoni animati o con un fiore, sono tendenzialmente visti male, perché non riconducibile a una persona. Se hai un giro di contatti stretto potrebbe anche andare bene, ma se giri per i gruppi e commenti spesso, può essere fastidioso e, in alcuni canali, potresti addirittura non essere accettato a partecipare.
  • Regolamento dei gruppi social: quando entri a fare parte di un nuovo gruppo, fermati alla sezione “Descrizione/Informazioni” e cerca il regolamento. Ogni gruppo sui social ne ha uno ed è gradito leggerlo e rispettarlo. 

La Netiquette per i canali di messaggistica

persona-legge-messaggio-cellulare

  • Risposta al messaggio: anche in questo caso, è importante cercare di rispondere sempre ai messaggi ricevuti, che si tratti di un messaggio di lavoro, di amicizia, di auguri o un invito. Anche solo per dare conferma di presa visione.
  • Messaggi di auguri: eh già…il galateo digitale guarda maluccio anche le cartoline luccicose e gli “inoltra” di messaggi di auguri non creati apposta per la persona. E, in ogni caso, non credi che ci si metta meno tempo a scrivere “Auguri Tizio!” che a cercare una cartolina? 😀
  • Messaggi vocali: la stragrande maggioranza delle persone non gradisce i messaggi vocali lunghi (a meno che non sia della migliore amica o della sorella!) Nell’ambito lavorativo invece, lascia stare i messaggi vocali con lunghe indicazioni o richieste!
  • Invio di foto e video: è meglio evitare l’invio di grandi quantità di foto o di video pesanti per Whatsapp, a meno che non sia stato richiesto.

La Netiquette in video-conferenza

persone-chiacchierano-in-videocall

  • Rispettare gli orari di inizio riunione. Sì, ci sono anche i ritardatari online.
  • Se si utilizzano cellulari o tablet, tenerli fermi ad una distanza giusta e ad altezza viso. Evitiamo l’effetto doppio mento finto 🙂
  • Silenziare il microfono quando parla qualcun altro.
  • Prevedere un momento di pausa se l’incontro supera tot tempo.
  • Mangia, bevi e indossa quello che mangeresti, berresti o indosseresti nella stessa riunione, dal vivo. (Magari evitando la tazza di Winnie Pooh, ecco!)
  • Fai attenzione alla luce, deve illuminare correttamente il viso e non deve esserci  dietro la testa, altrimenti creiamo l’effetto cupo su tutta l’inquadratura.

Le regole nei contesti di dialogo online

  • Le parole scritte in maiuscolo, online, corrispondono a urlare. Scrivere parole in maiuscolo “a caso” può creare una percezione negativa o sbagliata del messaggio.
  • In qualsiasi spazio virtuale, quando si sta parlando di un argomento, evita di andare OT (Out of topic), cioè fuori tema. Se devi parlare d’altro, comincia un nuovo thread, post, email.
  • Se hai un’attività, è meglio evitare di inserire amici o conoscenti nelle tue mailing list o nei gruppi promozionali. Anche se sono persone conosciute può comunque risultare poco gradito e rimane, in ogni caso, una violazione della privacy.
  • In ogni luogo digitale è vietata qualsiasi forma di incitamento alla violenza, odio, razzismo, sessismo. Queste azioni rappresentano un reato.
  • È importante fare attenzione a non trasmettere, in qualsiasi modalità, informazione falsa o non attendibile. Le bufale sono dietro l’angolo per cui è fondamentale assicurarsi che i contenuti diffusi siano attendibili al 100%.
  • Se ti capita di chiacchierare online sulla trama di un film, libro o serie e devi parlare di dettagli specifici, usa prima la dicitura #SpoilerAlert, così non anticipi dettagli a nessuno.
  • Cura le parole, i toni e il ritmo di quello che scrivi, anche se sono cose scritte e i tuoi occhi non si vedono, possono comunque trasmettere tanto.
  • Usa la punteggiatura giusta, virgole, punti sospensivi, punti e maiuscole ad inizio frase. Anche la cura della grammatica e dell’ortografia dicono tanto di noi!

Attenzione ai confini e un occhio al buon senso

Naturalmente, atti come i furti d’identità, i tentativi di phishing (tentativo di recuperare dati riservati), azioni di mailbombing (l’invio di una quantità esagerata di email, con lo scopo di intasare la casella di posta) vanno ben oltre la Netiquette ed entrano in un contesto legale, più complesso.

In ogni caso, a parte qualche dettaglio molto specifico del web, la maggior parte delle regole della Netiquette seguono il buon senso.

Si tratta di comportamenti che avremmo anche nella vita reale solo che, trattandosi di azioni che facciamo “dietro” uno schermo, spesso possono sembrare meno importantiMa oggi sappiamo che i canali digitali sono presenti in ogni cosa che facciamo quindi, avere un occhio di riguardo in più, non è una cosa solo positiva, ma anche necessaria.

Fai parte anche tu della corrente della “buona Netiquette” condividendo l’articolo 🙂

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

...