Social media

Come scegliere il social giusto per la mia attività?

14 Marzo 2017
scegliere-social-giusto-attivita

Oggi, per essere considerate “parte del mercato”, le aziende devono costruirsi un’identità online, e per quello non c’è alternativa, o così, o si è fuori. I problemi iniziano quando, nel tentativo di “esserci” a tutti i costi si improvvisa e si prova a costruire la presenza online della propria attività senza obiettivi, senza un progetto e facendo scelte senza avere una base solida su cui partire. Questo succede, per esempio, quando si decide di aprire una pagina Facebook senza nemmeno sapere se sia veramente compatibile con la propria attività.

Il web ci offre una marea di soluzioni, di piattaforme e di luoghi che possono diventare i perfetti “punti di contatto” con i potenziali clienti, l’importante è capire quale di questi luoghi sia quello adatto, quello in cui si trovano le persone che veramente potrebbero interessarsi a te.

Non tutti i canali social sono adatti a tutte le attività e non è detto che Facebook vada sempre bene per tutti.

FATTORI DA CONSIDERARE PER SCEGLIERE IL SOCIAL GIUSTO 

Prima di decidere quale sia il canale social giusto per te bisognerà conoscere in profondità almeno, e sottolineo, almeno questi 4 aspetti:

Obiettivi: senza uno scopo chiaro, definito nel tempo e raggiungibile faresti veramente fatica a concludere qualsiasi cosa. Quindi le due domande da farsi prima di scegliere un social media sono “Che ruolo avrà il social che sceglierò? “Che cosa voglio trasmettere da quel canale?”

Pubblico: quando avrai capito che cosa vuoi trasmettere, dovrai definire a chi vuoi trasmettere il messaggio. L’analisi del target è essenziale per la partenza di un qualsiasi progetto imprenditoriale, quindi probabilmente avrai già identificato che tipo di persona potrebbe interessarsi alla tua attività, ma se non l’hai ancora fatto, ora è il momento.

Tipo di contenuto: ragiona sul tipo di contenuto che le tematiche sul tuo settore ti possono permettere di creare. Questo è fondamentale dal momento in cui, per ogni social, c’è una tipologia particolare di contenuto. Per intenderci, se la tua attività è creare meravigliosi oggetti di design, sicuramente dovresti privilegiare il contenuto fotografico, se invece insegni qualcosa di manuale potresti permetterti di creare articoli-tutorial o video-tutorial.

Notorietà del marchio: valuta la forza del tuo marchio e vedi se la sua notorietà è compatibile con il social che hai in mente di scegliere. In modo particolare, per le piccole e medie aziende non tutti i social portano vantaggi, anzi. Per esempio, se la tua attività ha una certa notorietà e magari lavori a livello nazionale potresti anche permetterti di usare Twitter, contrariamente gli sforzi porterebbero difficilmente risultati.

scegliere-social-giusto-attivita

AD OGNI SOCIAL UNA CARATTERISTICA UNICA

Oltre i 4 punti appena elencati, è fondamentale conoscere le caratteristiche e le dinamiche di ogni social network, altrimenti sarebbe come provare fortuna con una slot machine, una cosa non molto saggia visto che si tratta del proprio business.

Facebook

Particolarità: Facebook è per eccellenza il canale social generalista, permette di condividere informazione e contenuto di ogni tipo, questo porta a un coinvolgimento naturale delle persone e, in particolare le aziende, possono ricevere feedback e creare un rapporto continuativo con il pubblico.

Utente tipo: il bacino di utenti è trasversale tendenzialmente su tutte le fasce di età e su entrambi i sessi. Gli utenti entrano su Facebook nel tempo libero, durante la pausa caffè, la sera quando si buttano sul divano o semplicemente quando hanno un momento libero per “curiosare” fra le novità. Ma attenzione, la persona che entra su Facebook non è “fornitore di..”, “titolare di…”, “direttore commerciale di…”, ma semplicemente “Enzo”, “Claudia” o “Roberta” che entra a curiosare nella propria bacheca personale con l’intenzione di “distrarsi un po’“, non di acquistare, non di trovare un collaboratore di lavoro o un fornitore.

Twitter

Particolarità: Twitter spicca per l’immediatezza, la sintesi e la velocità, quindi quando valuterai questo social come un possibile canale di comunicazione, dovrai assicurarti che queste caratteristiche abbiano un ruolo dominante nella strategia e nella gestione.

Utente tipo: le persone che usano Twitter sono tendenzialmente evolute da un punto di vista digitale, sono dinamiche e privilegiano il mobile.

Instagram

Particolarità: Instagram è un “visual” social network che permette alle aziende di raccontarsi attraverso le immagini e con diversi mood. Il brand si mette in mostra in modo creativo e stimola nell’utente un lato più “emozionale”.

Utente tipo: prevalgono le fasce di utenti giovani, per lo più donne. Sono utenti che privilegiano il mobile e che amano dare sfogo alla loro creatività.

YouTube

Particolarità: il video è lo strumento di maggior impatto per raccontare le caratteristiche di un brand e tutto quello che può offrire. Attualmente rappresentano uno dei mezzi più importanti nella strategia di marketing e comunicazione e possono arrivare al più alto livello di coinvolgimento, se creati all’interno di una strategia con obiettivi precisi.

Utente tipo: il pubblico di YouTube è molto trasversale e lo utilizzano principalmente nei momenti di svago o per cercare informazioni utili.

LinkedIn

Particolarità: LinkedIn è il social dedicato ai professionisti e al business networking. È il luogo ideale per interagire con altri professionisti del proprio settore. Ed è proprio qui che vanno utilizzati tecnicismi e trattati aspetti specifici della propria area di lavoro perché la rete che si forma intorno all’utente è in un modo o nell’altro legata e interessata al suo business, per questo la caratteristica principale di LinkedIn è la sua naturalità per le strategie di comunicazione B2B.

Utente tipo: su LinkedIn esistono due tipi di utenti, il singolo utente che ha obiettivi personali – come cercare lavoro o rimanere aggiornato sui trend di settore – e le aziende che puntano ad aumentare la notorietà, che cercano fornitori o collaboratori, ma sopratutto che puntano a generare nuovi contatti. È proprio qui che troviamo il “fornitore di..”, il “titolare di…”, il “direttore commerciale di…” che entra a leggere quello che un brand ha da dire sugli ultimi trend di settore.

QUINDI, COME SCEGLIERE IL SOCIAL GIUSTO PER LA MIA ATTIVITÁ?

Se padroneggi le informazioni sui quattro punti precedenti e studi le caratteristiche principali di ogni social che stai valutando, avrai in mano del buon materiale per prendere una decisione ragionata. Ma, come sottolineavo all’inizio, queste sono le basi, il minimo indispensabile per prendere una decisione del genere. Se vuoi che le tue decisioni sul percorso online siano perfettamente ragionate, la cosa più saggia da fare è seguire una vera strategia di web/social media marketing, stai certo che in questo modo avrai il totale controllo di ogni step che deciderai di attuare.

C’è qualche altro elemento che ritieni importante prima di scegliere il social giusto per un’azienda? 

Se quello che hai letto ti è stato utile, condividi queste info sui tuoi social cliccando qui sotto 🙂

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

...