Social media

Aumentare i fan su Facebook: gli errori e le mosse giuste

4 Maggio 2017
Aumentare_fan_Facebook_errori_e_mosse giuste

Quando si apre una pagina Facebook, che sia tua o di qualcun altro, si arriva a quel punto in cui non si vede l’ora di vederla crescere. I fan e il contenuto sono la prima cosa su cui lavorare per iniziare questo viaggio verso la “popolazione” della fanpage, ma da cosa iniziare? Qual è la primissima cosa da considerare per iniziare “la ricerca” dei fan giusti che, poi, potrebbero trasformarsi in clienti veri?

UN FAN, UN POTENZIALE CLIENTE

Partiamo dalle basi anche se può sembrare scontato. Un fan su Facebook ti legge e ti considera un punto di riferimento in quel settore, il fan è quella persona che si interessa alla tua attività e ti segue perché c’è qualcosa in quello che fai che lo attira o che può dargli un beneficio. Non è detto, però, che sia subito interessato ad acquistare un tuo prodotto/servizio ma se è arrivato alla tua fanpage è molto probabile che, con il giusto messaggio e le giuste attenzioni, diventi un potenziale cliente.

Per questo, non solo devi evitare qualsiasi situazione che possa “rompere” la catena che ti unisce a lui, ma devi anche farsì che questo rapporto cresca.

CHI TROVA UN FAN GIUSTO TROVA UN TESORO: OBIETTIVI E RUOLI

Siamo d’accordo che un fan è per il tuo business come un tesoro da custodire, come un piccolo seme che va curato ogni giorno. Con la tua fanpage, quindi, apri una finestra di dialogo con queste persone che ti ascoltano, crei un ponte diretto che ti può essere utile per farti conoscere e per far capire loro che TU puoi dargli quello che stanno cercando o quello di cui hanno bisogno. Ed è proprio qui che nasce l’obiettivo principale di questa tua iniziativa di social media marketing, cioè:

L’intenzione di creare un rapporto duraturo, un rapporto solido che si basi sulla trasparenza e l’interazione, e che, se ben costruito ti porterà alla conversione (e alla fidelizzazione).

L’obiettivo primario di fare social media marketing DEVE essere questo, altrimenti cambia strategia o cambia mezzo di comunicazione.

Il ruolo del fan nella tua strategia, quindi, è propio quello di mantenere vivo lo scambio di informazione per una conoscenza reciproca – importantissimo per identificare le giuste mosse di marketing – il fan coinvolto non solo ti segue e crede in te ma potenzia anche il passaparola online su di te e sui tuoi contenuti consapevolmente e inconsapevolmente. Si capisce adesso quando dico che il fan è come un tesoro per il tuo business? 🙂

COSA NON FARE PER AUMENTARE I FAN

Recapitolando, i fan di Facebook devono essere profilati, devono essere persone interessate a quello che fai o che potrebbero interessarsi in futuro. Le persone che cliccano “mi piace” solo per farti un favore non ti servono, non interagiranno mai con la pagina e non diventeranno mai un possibile cliente. E quando andrai ad analizzare l’andamento della pagina, i dati saranno “inquinati” da quei fan che sono lì solo per fare numero.

Adesso che si è compreso fino in fondo qual è l’importanza di ogni singolo fan che ti segue posso elencarti quelle cose che, non solo non devi fare perché inutili, ma che possono addirittura penalizzarti facendoti spendere tempo e soldi (e passare per spammer).

Quindi:

  • NON ACQUISTARE PACCHETTI FAN: questo è senz’altro l’errore più grande che puoi fare. Non solo inquineresti i dati di Insights con persone che non sono in target ma, qualsiasi investimento per fare crescere la pagina sarebbe inutile perché le interazioni di questo target sarebbero assolutamente nulle. E, in più, rischi una forte penalizzazione da parte di Facebook per pratiche scorrette.
  • NON INVITARE AMICI E PARENTI: scommetto che appena aperta la fanpage hai avuto la tentazione di inviare gli inviti ai tuoi amici di Facebook tra cui la zia, l’amica che vive in Sardegna o la cugina che mette “mi piace” a tutti, o no? Si è vero, anche Facebook suggerisce di farlo ma anche questo è sbagliato. A meno che i tuoi amici non siano davvero potenziali clienti, evita di farlo. Per intenderci, se la tua amica non ha nessun animale in casa è inutile che la inviti a fare “mi piace” sulla pagina di accessori per animali, se stai promovendo la pagina di un evento a Mantova è inutile che spammi di inviti vari agli amici che abitano a Cuneo (a meno che non si tratti di un mega evento, ecc), se inizi a gestire la pagina di un negozio di abbigliamento a Varese non mandare gli inviti ai tuoi amici di Roma. Questa pratica, tra l’altro, può essere davvero fastidiosa e danneggiare la tua immagine e quella del brand.
  • NON FARE SCAMBIO DI “MI PIACE”: esistono mille tipi di gruppi su Facebook che, in diverse modalità, si scambiano “mi piace” a vicenda. Si può pensare che sia una cosa che aumenti la viralità della propria pagina ma in realtà non fa che potenziare la voce nella direzione sbagliata, cioè, verso persone che non sono minimamente interessate alla tua attività.

Aumentare_fan_Facebook_errori_e_mosse giuste

COSA FARE PER AUMENTARE I FAN

Naturalmente, ogni suggerimento merita un articolo tutto suo, ma per fare un elenco breve, queste sono le cose sui cui dovresti lavorare per aumentare la tua fanbase:

Da un punto di vista strategico:

  • Porsi obiettivi di comunicazione a mezzo/lungo termine
  • Conoscere profondamente il tuo target per comunicare direttamente e in modo efficace
  • Puntare tutto sul contenuto di qualità
  • Stimolare le conversazioni e intrattenere – leggi come aumentare l’engagement
  • Portare avanti la propria linea editoriale coerentemente

Da un punto di vista strategico-pubblicitario:

  • Creare annunci per pubblici creati ad hoc per la tua attività, con le caratteristiche socio-demografiche specifiche del tuo target (Es. se hai un ristorante sceglierai le persone che abbiano un forte interesse per la buona cucina; se sei un operatore olistico sceglierai le persone interessate al benessere; se hai un’impresa locale sceglierai le persone che abitano nei dintorni non in tutta Italia, tra tantissime altre opzioni)
  • Creare annunci per il pubblico tracciato con il Pixel di Facebook
  • Creare annunci per i pubblici simili ai fan della tua fanpage.

Piccoli trucchi:

  • Puoi mandare l’invito a cliccare “mi piace” sulla pagina alle persone che non sono fan ma che hanno interagito con il post – da usare con cautela, l’invito arriva con il tuo nome dell’account personale.
  • Invitare i propri contatti email attraverso la funzione di Facebook “invita contatti email” – dal tasto accanto al “Mi piace” generico della pagina.
  • Aggiungere il banner “clicca mi piace” nel tuo sito.
  • Includi la tua pagina tra i consigli di Pagine simili, così la tua pagina verrà suggerita a persone affini – da: impostazioni di pagina > generali > suggerimenti di pagine simili.

Concludo con un chiarimento fondamentale. La maggior parte delle volte, non è necessario avere una fanpage con migliaia di fan, anche se sono solo poche centinaia, basta che siano quelli giusti, profilati, veramente interessati a ciò che fai. Meglio, quindi, attirare “uno alla volta” ma buono, che centinaia a vanvera senza una logica.

Se hai qualche altro suggerimento da aggiungere sarò felicissima di leggerlo nei commenti e se quello che hai letto ti è stato utile condividilo sui tuoi social 🙂

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

...